Codice meccanografico TOCF01500L

Logistica e Innovazione

La tecnologia ha permesso di compiere dei grossi passi in avanti nella nostra vita. L’impatto delle innovazioni digitali è presente ormai ovunque, anche nel settore della logistica. Infatti, oggi ci troviamo davanti ad una logistica sempre più complessa a causa dell’aumento dei prodotti disponibili sul mercato, la frammentazione degli ordini, la disomogeneità delle richieste dei consumatori e dei punti vendita.

Per questo, al fine di rendere i processi di distribuzione sempre più efficienti ed efficaci, si punta ad una logistica smart, in particolare grazie ad un utilizzo sempre più intelligente e tempestivo dei dati. 

Chi lavora o vorrebbe lavorare in tale settore non può non conoscere le principali evoluzioni nel campo. Nell’articolo di oggi vedremo, quindi, i trend principali già in atto nella logistica. 

1) IoT – Internet of things 

Con ‘’Internet delle cose’’ si intende la tecnologia che permette agli oggetti di scambiare autonomamente una serie di informazioni attraverso sensori, device mobili o rilevatori con l’obiettivo di migliorarne il rendimento.

Internet of things e logistica collaborano nel sistema di trasmissione e raccolta delle informazioni. In un magazzino tale tecnologia contribuisce alla pianificazione ed al monitoraggio dei processi, migliorando così la tracciabilità dei prodotti e le attività dello stesso.

2) Big data

I big data hanno rivoluzionato le modalità di raccolta ed interpretazione dei dati, permettendo così di analizzare grandi quantità di informazioni. I report di Big Data Analytics sono ormai diventati essenziali per i manager della supply chain, soprattutto per la pianificazione e correzione della strategia aziendale.

In un magazzino è possibile analizzare le informazioni restituite da un software, partendo dai dati che solo tale programma è capace di offrire. Questo contribuisce a migliorare il controllo e la gestione del magazzino e permette di tenere sotto controllo l’andamento del mercato al fine di anticipare i competitor. 

Dunque, disporre di Big Data consente di apportare miglioramenti alle strategie aziendali e di supportare i processi decisionali.

3) Stoccaggio automatico

Attualmente sul mercato sono disponibili molteplici soluzioni di stoccaggio automatico, i quali consentono di snellire i processi di raccolta, spedizione e ricevimento. 

Tali tecnologie sono molto richieste in quanto rappresentano un solido investimento, incrementano la sicurezza delle operazioni di movimentazione, riducono gli errori ed aumentano la customer satisfaction.

4) I droni per la raccolta (picking)

La presenza dei droni all’interno dei grandi magazzini aumenta sempre di più. Si tratta di una tecnologia che agevola notevolmente le procedure di identificazione dei prodotti.

All’interno del magazzino i droni viaggiano tra le corsie e leggono i codici dei prodotti sugli scaffali, permettendo così un risparmio significativo di tempo e di mezzi di movimentazione.

5) AR/VR: Realtà aumentata e realtà virtuale

Avvalersi del supporto della realtà aumentata, inviando immagini 3D o istruzioni visive in tempo reale, sveltisce le operazioni e migliora la formazione dei lavoratori.  Inoltre, questo facilita attività più complesse o che richiedono una maggiore qualificazione. 

Basti pensare ad un operatore che deve risolvere un problema di malfunzionamento di un macchinario complesso, un visore potrebbe guidarlo passo dopo passo fino alla soluzione consentendo così anche un risparmio in termini di tempo.

Inoltre, realtà aumentata e virtuale riproducono lo spazio di un magazzino in maniera molto precisa, consentendo di progettare ogni centimetro dello stabilimento sin dalle prime fasi di costruzione.

6) 5G: un magazzino iperconnesso

Il 5G aumenta notevolmente la velocità di download e upload. Uno dei principali vantaggi legati a questa tecnologia è la migliore capacità di dialogare con i dispositivi IoT di cui abbiamo parlato all’inizio dell’articolo.

In ambito logistico, questa tecnologia contribuisce a migliorare la tracciabilità dei prodotti. Si tratta di un ulteriore passo avanti per evitare perdite nei trasporti, nei carichi o inefficienze nei processi di picking. Questo perché permette di registrare e condividere automaticamente i dati tra tutti gli attori della supply chain consentendo prestazioni sempre più elevate.

 

7) Blockchain: proteggere i dati

Come già precedentemente accennato, i dati sono fondamentali nel settore logistico e per questo è importante proteggerli. Parliamo quindi di blockchain, una tecnologia che ha acquisito notorietà grazie alle criptomonete, facendosi notare soprattutto per la sicurezza offerta nel conservare l’integrità dei dati.

L’utilizzo di questa tecnologia nella logistica permette di risparmiare in termini di costi e tempi, in quanto non si dipende più da un ente esterno per poter svolgere determinate operazioni. Al contrario, ci si affida agli smart contract, ovvero la traduzione in codice di un contratto in modo da verificarne in automatico determinate condizioni e di eseguire in automatico azioni nel momento in cui le condizioni determinate tra le parti sono raggiunte e verificate.

In campo logistico questo significa mettere un ‘’timbro’’ virtuale alle merci che escono dal magazzino. Il timbro è in realtà un software che immagazzina tutti i termini di un contratto, disponibile online per tutti gli attori della supply chain. Una volta inviata la merce ad un distributore il contratto può essere letto automaticamente e senza bisogno di intermediari. In tal modo si risparmia tempo ed inutili scartoffie. 

Queste erano solo alcune delle innovazioni presenti nei grandi magazzini di tutto il mondo, ma il settore logistico è in piena evoluzione ed in poco tempo ne sorgeranno di nuove. Se stai facendo carriera nel settore o ti piacerebbe lavorarci tieni sempre sotto controllo le tendenze, solo così sarai in grado di cogliere le opportunità giuste!