Codice meccanografico TOCF01500L

I diversi tipi di logistica

Siamo soliti parlare di logistica nel complesso, ma in realtà bisogna distinguere tra vari tipi di logistica a seconda della fase in cui si trovano i prodotti.

Infatti, per logistica si intende l’insieme delle fasi che vanno dalla realizzazione del prodotto al suo consumo da parte del cliente finale.

È importante, però, distinguere quattro tipi base di logistica che partecipano alla supply chain.

Vediamoli insieme!

 

Logistica di approvvigionamento

La logistica di approvvigionamento gestisce le forniture necessarie alla vendita ed alla realizzazione di prodotti lavorati e semilavorati, nonché di materie prime.

Esistono tre metodi di gestione dell’approvvigionamento di un’azienda:

  • Just-in-time: il materiale necessario viene ricevuto soltanto quando serve a completare il processo produttivo, evitando così lo stoccaggio;
  • Sincronizzazione con la produzione: le forniture sono programmate in modo da prevedere le esigenze della produzione. In questo modo si conosce in anticipo quando arriverà la merce, in quale quantità e se deve essere temporaneamente stoccata;
  • Stock di sicurezza: si stocca merce oltre le esigenze di produzione per affrontare eventuali imprevisti.

 

Logistica di produzione

La logistica di produzione, detta anche logistica industriale, raggruppa e ottimizza tutti i processi a partire dall’acquisto delle materie prime fino alla creazione del prodotto.

I sistemi di produzione più comuni sono:

  • Produzione per stock o sistema push: i prodotti vengono realizzati in anticipo e poi stoccati all’interno del magazzino. In questo caso l’ufficio commerciale ha il compito di vendere solo lo stock disponibile;
  • Produzione su ordinazione o sistema pull: il prodotto viene realizzato dopo aver ricevuto l’ordine del cliente.

 

Logistica di distribuzione

La logistica di distribuzione, nota anche come logistica di trasporto, garantisce che un prodotto o un bene arrivi al cliente in modo rapido ed efficiente e può essere:

  • Diretta: il produttore distribuisce direttamente il prodotto ai consumatori;
  • Indiretta: il prodotto è destinato a grossisti o dettaglianti, i quali si occupano della vendita al cliente.

 

Logistica inversa

La logistica inversa gestisce le pratiche ed i processi necessari per la gestione dei resi e si classifica così:

  • Logistica dei resi: è la tipologia di logistica più comune e quella che si è maggiormente sviluppata come conseguenza della diffusione dell’e-commerce. Gestisce la restituzione della merce di ritorno ai centri di distribuzione;
  • Logistica degli scarti: si occupa del riciclo, del trattamento e del recupero degli scarti allo scopo di utilizzarli o smaltirli direttamente per non danneggiare l’ambiente.

 

Questi erano i principali tipi di logistica esistenti, nonché i più utilizzati. Continua a seguirci per non perderti  novità e curiosità sul mondo della logistica!