Codice meccanografico TOCF01500L

Lavoro nel settore Energia: le competenze più richieste

 

Manpower Group e Luiss Business School hanno effettuato una ricerca intitolata ‘’Traiettorie evolutive e competenze per le imprese energy’’. Dai risultati emergono le nuove competenze richieste nel settore dell’energia.

Dall’analisi emerge che le competenze digitali sono diventate fondamentali, insieme con la necessità di sviluppare la cosiddetta “transdisciplinarità”, che si integra con il concetto di flessibilità, divenuto chiave per le organizzazioni, le quali lavorano alla costruzione di team agili e di contesti dinamici.

Rispetto alle competenze da acquisire sul mercato, le principali emerse sono:

  • Skill di economia circolare;
  • Data analyst/scientist;
  • Technology management;
  • Intelligenza artificiale;
  • Robotica;
  • Energy management;
  • Social media managing;

Tra i mestieri e le professioni emergenti, invece, troviamo data scientist e data analyst, nonché data architect, data manager, esperti di open innovation, innovation manager, Iot manager, digital marketing, Ux designer, Scrum master, esperti di marketing di prodotto, ingegneri con preparazione digitale, ingegneri della manutenzione predittiva delle reti e degli impianti ed esperti in ambito Ict .

In generale, alcune tra le aziende oggetto di analisi affermano di assumere annualmente nuovo personale, soprattutto soggetti giovani.

L’impatto più significativo dei cambiamenti è la rivisitazione dei ruoli, di cui risentono soprattutto i ruoli manageriali, che vedono modificata la numerosità e le opportunità di carriera e quindi di motivazione.

Per quanto riguarda i ruoli non manageriali, l’analisi è stata così suddivisa:

– staff: creare un linguaggio comune per una maggior comprensione del business in trasformazione;

– tecnici: dall’uso delle nuove tecnologie digitali e dall’analisi dei big data, finalizzati, ad esempio, alla manutenzione di apparati e reti di tipo predittiva grazie ai dati provenienti dalle varie sensoristiche di monitoraggio in uso nelle reti, infrastrutture e impianti;

– commerciali: il digital marketing e la data science sono i temi centrali d’impatto.

‘’Gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite e la trasformazione digitale che sta rivoluzionando i modelli di business delle aziende industriali hanno un inevitabile impatto sulle imprese del comparto energetico, che si trovano oggi ad affrontare sfide completamente nuove. Diventano quindi sempre più rilevanti figure in grado di unire competenze manageriali e digitali per cogliere le opportunità che la sostenibilità da un lato e i big data e il 5G dall’altro offrono’’, queste le parole di Paolo Boccardelli, direttore della Luiss Business School.

Il settore energia, dunque, è in continua e forte crescita dal punto di vista del business e delle figure professionali di cui le aziende necessitano sempre di più.

 

 

Continua a seguirci per non perderti tante novità e curiosità sul mondo dell’energia!